Uzbekistan | Decreto sulle misure aggiuntive per garantire il rapido sviluppo del business, sulla tutela della proprietà privata e il miglioramento qualitativo del clima aziendale.


Il Presidente ad interim della Repubblica dell'Uzbekistan Shavkat Mirziyoyev il 5 ottobre ha firmato un decreto "Sulle misure aggiuntive per garantire il rapido sviluppo del business, sulla tutela della proprietà privata e il miglioramento qualitativo del clima aziendale”. Secondo il commento ufficiale al decreto, il documento indica il passaggio ad un livello qualitativamente nuovo della politica statale in questo campo ed è volto a rafforzare la tutela legale della proprietà privata, la creazione di un ambiente favorevole e il pieno sostegno di piccole e medie imprese private, oltre al miglioramento dell'attrattiva degli investimenti dell'Uzbekistan. Il Decreto stabilisce la priorità assoluta e il compito primario delle agenzie governative "garantire una maggiore libertà di piccole e medie imprese private, la riduzione drastica delle interferenze nella loro attività con una concentrazione di sforzi sul preallarme e sull'efficienza della prevenzione della criminalità." Questa disposizione impone alle autorità pubbliche di applicare le misure disciplinari più severe, la responsabilità amministrativa o penale e di garantire il risarcimento dei danni causati alle imprese direttamente dai dipendenti responsabili. L'attuazione di queste misure è volta a prevenire l'avvio e lo svolgimento di controlli illegali, in particolare i casi di ingiustificata sospensione dell'attività delle imprese e l’inflizione di perdite a causa di azioni illegali dei dipendenti statali. Il Decreto ha stabilito una serie di nuovi meccanismi di controllo dello Stato per garantire la tutela giuridica affidabile contro indebite interferenze nelle attività delle imprese. In particolare, dal 1 gennaio 2017 saranno abolite tutti i tipi di: - ispezioni non programmate; - controlli contatore. Le autorità di controllo non hanno più il diritto di avviare delle ispezioni non programmate. Allo stesso tempo, al fine di garantire meccanismi legali per tutelare i diritti e gli interessi dei cittadini si mantiene una limitata possibilità di test a breve termine solo sulla base dei ricorsi di persone fisiche e giuridiche sui fatti di violazioni di legge. Tali controlli possono essere effettuati solo dopo una decisione del Consiglio Nazionale, e la sua durata è limitata a un giorno lavorativo. A questo proposito, verranno apportate le modifiche ed integrazioni  al Codice Penale, al Codice della Repubblica dell'Uzbekistan sulla responsabilità amministrativa, al Codice Fiscale e alcune altre leggi. Al fine di aumentare l’attrattività degli investimenti della Repubblica, tutte le imprese manifatturiere nuove con investimenti stranieri sono esenti per cinque anni dalle tasse e altri pagamenti obbligatori in vigore alla data della loro costituzione. Questo beneficio si applica a tutte le aziende con investimenti esteri, a prescindere dalla somma investita. Al fine di rafforzare le forme di controllo parlamentare sull'attuazione delle leggi per tutelare i diritti e gli interessi legittimi delle imprese è prevista la costituzione dell’Istituto sotto Oliy Majlis autorizzato a tutelare i diritti e gli interessi legittimi di entità di business.  Il Decreto ha approvato un Programma di misure complesse, che prevede la realizzazione di 42 eventi concreti in cinque aree prioritarie del rapido sviluppo del business,  la tutela della proprietà privata e il miglioramento qualitativo del clima aziendale. Si prevede l'adozione di un pacchetto di leggi sulla base di standard internazionali, comprese le leggi “ La lotta alla corruzione", "Le procedure amministrative", "Gli appalti pubblici" e "La cooperazione pubblico-privato". Vari eventi sullo sviluppo di proposte e atti normativo-legali sono stati programmati per migliorare il sistema fiscale e doganale, migliorare l'attrattività degli investimenti e la valutazione internazionale della Repubblica.  "L'attuazione del Decreto garantirà la continuità e la coerenza del corso, determinato dal primo Presidente della Repubblica dell'Uzbekistan sull'abolizione decisiva degli ostacoli amministrativi e le barriere artificiali nello sviluppo del business, come un fattore chiave per lo sviluppo economico sostenibile del paese", - ha rilevato nei commenti.